Sgombro, sardina, alice o acciuga, aringa, aruglia, spratto, alaccia, lanzardo, costardella, suro e il pesce sciabola.

Nonostante il valore commerciale del pesce azzurro sia contenuto, queste specie sono tutt’altro che povere, soprattutto dal punto di vista nutrizionale.

Fra i principali pregi del pesce azzurro c’è la sua carne ricca di Omega3, una tipologia di acidi grassi la cui importanza è nota per un migliore funzionamento del nostro organismo. Gli Omega 3 sono fondamentali soprattutto per il sistema circolatorio e per la salute del cuore; il grasso del pesce, inoltre, è poco calorico e al contrario di quello della carne non va ad ostruire le arterie. A ciò bisogna poi aggiungere che le carni di questa tipologia di pesce sono di facile digeribilità.

È inoltre un alimento ricco di minerali, fra i quali troviamo zinco, calcio, fluoro, selenio, fosforo, iodio e potassio, senza dimenticare poi la presenza di vitamine A e B.

Il pesce azzurro, grazie alle sue proprietà benefiche è in grado di svolgere una funzione preventiva nei confronti di alcuni tipi di tumori e riduce il rischio di incorrere in demenza senile.

La presenza del calcio, inoltre, lo rende un alimento perfetto per contrastare l’osteoporosi; sempre per via dell’elevata concentrazione di Omega3, il pesce azzurro è utile per rallentare l’invecchiamento.

 

Pasta con le Sarde

Ingredienti:

  • 300g di spaghetti (tipo quadrati) – Io uso spaghetti integrali
  • 400g di sarde già pulite
  • 1 cipolla
  • 30g di pinoli
  • 100g di finocchietto selvatico
  • 30g di uvetta
  • 1 bustina di zafferano
  • 2 acciughe sotto sale
  • olio extra vergine di oliva
  • aceto di vino bianco
  • sale e pepe

Preparazione: risciacqua bene le sarde e asciugale su carta da cucina. Fai lo stesso con le acciughe e immergile per 5 minuti in acqua acidulata con aceto. Asciugale bene su carta da cucina. Riduci a pezzetti.

Fai bollire abbondante acqua, salala e immergi il finocchietto sciacquato per 2-3 minuti. Scolalo con una schiumarola. Conserva l’acqua per cucinare la pasta.

Metti a bagno l’uvetta per 5 minuti in acqua tiepida. In una padella fai appassire la cipolla con 2 cucchiai di olio e 1 di acqua per 3-4 minuti a fiamma bassa.

Aggiungi lo zafferano sciolto in un cucchiaino d’acqua calda, l’uvetta sgocciolata, le acciughe, i pinoli, pepe e rosola per qualche min. Unisci anche le sarde e il finocchietto tritato finemente, prosegui la cottura per qualche altro minuto.

Riporta a bollore l’acqua e lessa la pasta al dente.  Conserva qualche cucchiaio di acqua di cottura e scola la pasta, trasferiscila nella padella con il sugo e l’acqua messa da parte. Fai insaporire per qualche minuto e servi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *